Come comunicato dall'Aca, s'informa che l'erogazione del servizio idrico sarà sospesa dalle ore 22:00 del 03.04.2019 alle ore 06:00 del 04.04.2019.

ZONE INTERESSATE

COMUNE DI TORRE DE’ PASSERI - Via Maragona e Via Picinisco

COMUNE DI CASTIGLIONE A CASAURIA - Intero territorio;

Leggi l' pdf avviso (240 KB) .

A rischio la costituzione della classe prima dell’Istituto Tecnico Economico (Ite)di Torre de’ Passeri. Contrariamente al trend degli ultimi anni, sono solo 10 gli iscritti alla classe prima per l’anno scolastico 2019-2020; numeri ritenuti non sufficienti dall’ufficio scolastico territoriale di Chieti –Pescara che, da notizie assunte, avrebbe deciso di non riconoscere l’organico di diritto. Un’ipotesi che ha suscitato le reazioni del Sindaco di Torre de’ Passeri Piero Di Giulio che, dopo una serie di note, ha chiesto ai colleghi del territorio di condividere “un’importante battaglia per il diritto allo studio ed unirsi per la sopravvivenza delle scuole superiori nei centri dell’entroterra”.

“La possibilità di non veder partire a settembre la classe prima dell’I.t.e., si traduce anche in un grosso rischio per il futuro del plesso scolastico, che è, a tutti gli effetti, una  scuola del comprensorio pescarese. Per questo – ha spiegato il sindaco di Torre de’ Passeri - con i colleghi dei Comuni di Tocco da Casauria, Pescosansonesco, Cugnoli, Pietranico, Corvara, Salle, Scafa, Alanno e Castiglione a Casauria, abbiamo chiesto agli organi scolastici di porre la dovuta attenzione sulla questione e rivedere la decisione assunta”.

 “La vicenda merita una maggiore considerazione – spiegano i sindaci nella missiva inviata al dirigente dell’ufficio scolastico territoriale e trasmessa anche al presidente della Provincia Antonio Zaffiri, attento e sensibile alla problematica, che ha assicurato il suo sostegno e pronto interessamento – anche perché la chiusura delle iscrizioni degli alunni della secondaria di secondo grado alla classe prima I.t.e. di Torre de’ Passeri si è attestata a 10 alunni. Un numero non esiguo se si considera che due di essi, le cui diagnosi sono connotate di particolare gravità, avrebbero diritto a frequentare la scuola superiore a Torre de’ Passeri per limitare al massimo il disagio del trasporto. Inoltre, la presenza di due alunni con il riconoscimento della Legge 104 (per i quali è necessaria una curvatura didattica molto complessa) e la previsione numerica per la costituzione della classe prima consentirebbero il riconoscimento della classe sull’organico di diritto”. Tra l’altro va segnalato un generale calo demografico dei nati nell’anno 2007, mentre è superiore l’indice di natalità dell’anno successivo, con un conseguente potenziale aumento degli iscritti nell’anno scolastico 2020-2021.

I sindaci del Pescarese promettono altre iniziative per dire no ad una sterile politica di razionalizzazione delle risorse. “L’I.t.e. di Torre d’ Passeri è una scuola altamente inclusiva, importante per il territorio - dicono ancora i dieci primi cittadini -  una realtà che da più di 4 decenni rappresenta una struttura ben collegata con enti ed associazioni del territorio. Un patrimonio da preservare ad ogni costo che rischierebbe in pochi anni di essere disperso”.

L’Addetta stampa Francesca Piccioli

Torre de’ Passeri, 2 aprile 2019

Sono partite le iscrizioni per la gara regionale di bocce a coppie in programma il 19 Maggio al bocciodromo comunale di Torre de' Passeri. La competizione a coppie, giunta alla sua quinta edizione, coinvolgerà diverse strutture sportive della regione, che ospiteranno le competizioni preliminari. Ultimo giorno di gara e finalissima a Torre de' Passeri domenica 19 maggio.

Informazioni nella pdf locandina (452 KB) .

 

Si comunica da lunedì 1° Aprile, per consentire i lavori di miglioramento sismico dei corpi A e B della Scuola Secondaria di Primo Grado di via Dante Alighieri, le lezioni si terranno presso la sede dell’Istituto Tecnico Economico in Via Luigi Einaudi.

L’intervento, avviato con la consegna lavori il 28 marzo 2019, inserito nella graduatoria triennale 2015/2017 del Piano Regionale di Edilizia scolastica, è finanziato con risorse pari ad € 500.000, 00.

Si ricorda ai cittadini che non è corretto utilizzare i sacchetti in plastica per il conferimento della carta.

La carta dovrà essere conferita all'interno del mastello e/o contenitore senza l'ausilio di nessun sacchetto in plastica. Tuttavia per una maggior quantità possono essere utilizzate scatole in cartone e/o sacchetti in carta.

Per non incorrere negli errori più comuni che pregiudicano la qualità della raccolta e quindi il buon riciclo, si ricordano le 10 le regole d'oro per una corretta raccolta differenziata:

1. Selezionare correttamente carta e cartone togliendo nastri adesivi, punti metallici e altri materiali non cellulosici (ad esempio il sacchetto in cellophane che avvolge le riviste).

2. Appiattire le scatole e comprimere gli scatoloni per ridurre gli imballi grandi in piccoli pezzi;

3. Non abbandonare fuori dai contenitori carta e cartone;

4. Non buttare la carta insieme al sacchetto di plastica usato per trasportarla fino al contenitore.

E ancora:

5. Non mettere nella raccolta differenziata gli imballaggi con residui di cibo o terra perché generano cattivi odori, problemi igienico sanitari e contaminano la carta riciclabile;

6. Non conferire nella differenziata i fazzoletti di carta usati: sono quasi tutti anti-spappolo e quindi difficili da riciclare.

7. Non buttare gli scontrini con la carta: i più comuni sono fatti con carte termiche i cui componenti reagiscono al calore generando problemi nelle fasi del riciclo.

8. La carta oleata non è riciclabile (ad esempio la carta per affettati, formaggi e focacce).

9. Non gettare nella raccolta differenziata la carta sporca di sostanze velenose (come ad esempio vernici, solventi etc.) perché contamina la carta riciclata.

10. Seguire sempre le istruzioni del Comune per fare correttamente la raccolta differenziata.

E' stato pubblicato l'avviso pubblico per la PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA PER LA CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO per gli edifici danneggiati dal sisma Abruzzo 2009 e sisma Centro Italia 2016 di cui alle lettere a) e b) del comma 1 dell'articolo 4 dell'Ordinanza n. 51 del 28 marzo 2018 del Commissario Straordinario del Governo ai fini della Ricostruzione nei territori interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016 e ricadenti nei Comuni della regione Abruzzo ad eccezione dell'Aquila.

L'avviso regola le modalità per la presentazione della domanda per la concessione del contributo agli edifici danneggiati dal Sisma Abruzzo 2009 e Sisma Centro Italia 2016 già oggetto di contributo senza che i lavori siano iniziati e per quelli con istanza già presentata per la quale non sia stato adottato alcun provvedimento di ammissione.

In pdf allegato (468 KB) all'Avviso, oltre ai modelli da utilizzare per la domanda da presentare all'ufficio competente l'istruttoria, è presente un diagramma di flusso esemplificativo della modalità prevista dall'Avviso.

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.